MOC: una fotografia dello stato di salute dell’osso

Secondo le stime 1 donna su 4 soffre di osteoporosi e molte non lo sanno neppure. Cosa fare allora? Buona abitudine, soprattutto a una certa età (in genere dopo l’ingresso in menopausa e il calo degli estrogeni), sarebbe sottoporsi alla Mineralometria Ossea Computerizzata o MOC, esame facile, non invasivo e indolore che permette di verificare la salute delle ossa e prevenire, diagnosticare e controllare l'evoluzione dell'osteoporosi. Ce ne parla il dottor Alberto Castoldi, responsabile dell’area di diagnostica per immagini di Smart Clinic Oriocenter (035.0692159) dove è possibile sottoporsi a questo esame con macchinari di ultima generazione, senza liste d’attesa e a tariffe accessibili.

Dottor Castoldi, che cos’è esattamente l’osteoporosi?

È una malattia sistemica dello scheletro, caratterizzata da ridotta massa minerale e deterioramento microstrutturale del tessuto osseo, con conseguente aumento della fragilità e maggior rischio di fratture. Ne soffrono in maggioranza le donne oltre i 65 anni, perché con la menopausa questo fisiologico processo di deterioramento delle ossa va a peggiorare.

A cosa serve in particolare questo esame?

La Mineralometria Ossea Computerizzata (Moc) è un esame radiologico che si avvale dell’emissione di raggi X a basse dosi, è un'indagine rapida, sicura e non invasiva che serve per studiare lo stato di salute delle ossa fornendo indicazioni sul rischio individuale di fratture da fragilità. In pratica misura la quantità e la densità di sali minerali contenuti nella parte dello scheletro esaminata. Le apparecchiature di ultima generazione, come quella presente presso la nostra struttura, consentono peraltro di misurare contestualmente la composizione corporea e la percentuale di grassi con un elevato grado di precisione. Viene utilizzata per lo studio di patologie che portano a un generico “impoverimento” dell'osso come l’osteoporosi ma anche l’osteomalacia (malattia dello scheletro caratterizzata da una difettosa mineralizzazione dell’osso), il rachitismo etc.

Ma richiede una preparazione particolare?

No, la MOC è un esame di facile esecuzione, non necessita di preparazione alcuna ed è sostanzialmente privo di rischi in quanto la dose di raggi X utilizzata è estremamente ridotta.

X